Tecnologie

Le onde elettromagnetiche sul luogo di lavoro

Stampa
Creato Domenica, 18 Aprile 2010 Ultima modifica il Domenica, 18 Aprile 2010 Scritto da Paolo

Ciascuna persona nella nostra società moderna è esposta ai campi elettromagnetici che circondano tutti gli apparati elettrici. Negli ultimi tempi gli studi scientifici hanno indagato sui possibili effetti delle onde elettromagnetiche sulla salute. Questo foglietto esplicativo ha cercato di dare le risposte alle domande più comuni sopra le onde elettromagnetiche sul luogo di lavoro.

Si può usare questa informazione per identificare le fonti di esposizione in modo da cercare di ridurre sensibilmente l'esposizione.

Senza dubbio, non si può usare questa informazione per valutare la sicurezza dell'esposizione, questo perché allo stato attuale non c'è ancora un'evidenza scientifica che l'esposizione delle onde elettromagnetiche siano pericolose.

  • Che cosa sono le onde elettromagnetiche?

Le EMF sono linee invisibili di forza che si creano sempre quando la corrente viene generata o usata. Le EMF sono prodotte dalle linee elettriche, installazioni elettriche, strumenti e apparati elettrici. La frequenza delle onde elettromagnetiche si misura in hertz ( Hertz o ciclo per secondo ). la gente é esposta ai campi elettrici e magnetici, però la preoccupazione degli scienziati é rivolta soprattutto ai campi magnetici. In questo foglietto illustrativo si tratterà solamente dei campi magnetici che hanno una frequenza di 60Hz la frequenza estremamente bassa associata agli elettrodotti.

  • Che cosa sappiamo sopra l'esposizione agli EMF nel luogo di lavoro?

I lavoratori possono essere esposti agli alti campi magnetici se lavorano in prossimità dei sistemi elettrici che usano grande quantità di energia elettrica ( per esempio grandi motori elettrici, generatori, oppure per la distribuzione di energia, e cablatura elettrica di un edificio ). Alti campi magnetici si trovano anche in prossimità di aziende elettromeccaniche, di macchine perforatrici, fotocopiatrici, levapunti elettrici e altri piccoli apparati elettrici. La forza del campo magnetico dipende dal design dell'apparecchio e dal flusso di corrente, non dalle dimensioni dell'apparecchio, né dalla complessità né dal voltaggio.

  • Quali sono le esposizioni tipiche alle EFM sui luoghi di lavoro?

L'esposizione EFM per molte categorie di lavoratori non è stata ancora misurata, però la tabella seguente mostra l'esposizione media ai campi magnetici per i lavoratori che usano apparati elettrici.

L'esposizione durante un turno di lavoro varia con la forza del campo elettromagnetico, la distanza tra il lavoratore e la fonte di EFM e il tempo passato nel campo. A titolo comparativo nella tabella é stata inserita la misura dell'esposizione dei lavoratori al di fuori del posto di lavoro.

Esposizione media del campo magnetico per i vari tipi di lavoratori

( in milligauss )

Media esposizione giornaliera Mediana Campo

Lavoratori:

Impiegato d'ufficio senza computer 0,5 0,2 – 2,0

Impiegato d'ufficio con computer 1,2 0,5 – 4,5

Macchinista 1,9 0,6 – 27,6

Lavoratore delle linee elettriche 2,5 0,5 – 34,8

Elettricista 5,4 0,8 – 34,0

Saldatore 8,2 1,7 – 96,0

Lavoratore fuori dal luogo di lavoro 0,9 0,3 – 3,7

( in casa, in viaggio, ecc. )

 

  • Le onde EM causano il cancro e altri effetti sulla salute?

Gli studi hanno dimostrato che qualche lavoratore esposto ad alti campi magnetici presenta un rischio maggiore di ammalarsi di cancro. Però tale associazione non prova necessariamente che la causa sia l'esposizione alle EFM. I ricercatori hanno analizzato scrupolosamente tutte le evidenze dei campi EFM, però non d'accordo sopra gli effetti delle EFM per la salute ad eccezione di segnalare che ancora c'è necessità di maggiori informazioni.

  • Cosa dimostrano gli studi effettuati sopra gli effetti per la salute dei EFM nei lavoratori?

Molti studi riportano piccoli aumenti del numero di casi di leucemia o di cancro al cervello in gruppi di persone che vivono o lavorano nelle vicinanze di alti campi EFM. Altri studi non hanno riscontrato aumenti significativi I dati più importanti vengono da sei studi abbastanza recenti di lavoratori sottoposti a sistemi di monitoraggio per la misura dei campi EFM. Tutti, ad eccezione di un gruppo di studio, hanno trovato un incremento del numero di casi di cancro considerevolmente più alto nei lavoratori con esposizioni superiori ai quattro milligauss per un giorno di lavoro. Senza dubbio , i risultati di questi studi non sono in accordo con alcuni punti importanti come il tipo di cancro associato con l'esposizione alle EFM. Di conseguenza non c'è tutt'ora la certezza per stabilire se l'incremento sia da imputare solo alle EFM o ci sono altri fattori. Altri studi preliminari hanno anche associato le EFM con l'aumento dei casi di tumore al seno, e uno studio ha riportato una connessione possibile tra l'esposizione occupazionale ai campi EFM e la malattia di Alzheimer.

I dati di tutti questi studi sono abbastanza limitati per gli scienziati da poter giungere ad una conclusione. Indubbiamente, si sta facendo un grande sforzo a livello internazionale nel campo della ricerca e maggiori risultati si avranno tra qualche anno.

  • Sono stati stabiliti dei limiti per l'esposizione lavorativa ai EFM?

Per la mancanza di certezza, non sono stati stabiliti né raccomandati nessun limite per l'esposizione dei lavoratori ai campi EFM. Due organizzazioni private ( negli USA ) hanno stabilito di ricorrere a misure adeguate per proteggere i lavoratori contro gli effetti conosciuti delle esposizioni molto alte

(superiore a mille volte i valori trovati nei luoghi di lavoro). Queste misure tuttavia non toccano i possibili effetti sulla salute come conseguenza delle basse esposizioni di EFNM riscontrate generalmente nei luoghi di lavoro.

 

fonte:

www.cdc.gov

Copyright 2011 Le onde elettromagnetiche sul luogo di lavoro. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.
Templates Joomla 1.7 by Wordpress themes free

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy  Cookie Policy