I Classici della Letteratura Antica

Amici

Stampa
Scritto da Francesco

Due amici vagavano per il deserto e giunti ad un punto del viaggio ebbero una discussione e vennero alle mani.

L'altro offeso, restò senza parole, e con la punta del suo coltello scrisse sulla sabbia

Oggi il mio migliore amico mi ha dato uno schiaffo”.

Proseguirono il cammino e giunti nei pressi di un oasi, decisero di concedersi un bagno ristoratore. L'amico che era stato offeso e schiaffeggiato, fu sul punto di affogare, se il provvidenziale aiuto del suo compagno di viaggio non l'avesse portato in salvo. Dopo essersi ripreso, prese il coltello e con la punta scrisse su una pietra:

Oggi il mio migliore amico mi ha salvato la vita”

Pieno di curiosità l'amico chiese:

-Perché prima, quando ti ho offeso scrivesti sulla sabbia, e ora scrivi sulla pietra?

-Quando un grande amico ci offende, dobbiamo scrivere sulla sabbia affinché il vento dell'oblio e del perdono possano cancellarlo e spegnerlo. Ma, quando qualcuno fa per noi qualcosa di grandioso, dobbiamo lasciarlo inciso sulla pietra della memoria del cuore dove non c'è vento al mondo che possa cancellarlo.

Copyright 2011 Amici. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.
Templates Joomla 1.7 by Wordpress themes free

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy  Cookie Policy