Medicina

Meridiani Tendino Muscolari

Stampa
Scritto da Alba

 

Sono Meridiani secondari che nel NeiJing vengono chiamati Meridiani Tendino-Muscolari. Sono in numero di dodici e portano il nome dei Visceri e degli Organi a cui sono correlati.

All'interno dei Meridiani Tendino-Muscolari, circola l'Energia Wei, Energia di difesa per eccellenza, che concorre, opportunamente rinforzata a proteggere come una maglia protettiva la parte più superficiale dell'organismo, esplicando la sua funzione a livello dell'epidermide, dei muscoli , delle articolazioni e nei punti d'inserzione con i canali principali; impedendo di fatto, la penetrazione e l'approfondimento delle Energie perverse di origine esterna. Queste ultime , chiamati anche i Sei eccessi, in cinese Liu yin, sono: il vento, il freddo,la canicola, la secchezza, l'umidità e il calore . Corrispondono alle energie naturali tipiche di ogni elemento e appartengono alle differenti stagioni dell'anno. Queste Energie sono strettamente legate all'andamento del ciclo delle stagioni, così il vento è in relazione con la primavera e il Fegato, il freddo con l'inverno e il Rene, il calore con l' estate e Cuore,l'umidità con l'estate inoltrata e la Milza, la secchezza è invece un'Energia tipicamente autunnale legata al Polmone. Se queste Energie si susseguono con una ciclicità regolare l'organismo potrà trarre da esse solo benefici, avendo tutto il tempo per adattarsi gradualmente all'alternarsi delle condizioni climatiche che agiscono da stimolo nei confronti dell'Energia Yang dell'organo corrispondente(Minelli), ad esempio il vento primaverile, quando soffia regolarmente agisce stimolando lo Yang del Fegato nel suo movimento di espansione e diffusione. Se al contrario queste Energie si presentano in eccesso oppure si susseguono troppo velocemente o i cambiamenti climatici avvengono fuori stagione (es. freddo inaspettato in estate), manifestano in caso di carenza di Energia corretta Zheng, i loro effetti patogeni. In definitiva un organismo dove circola in maniera equilibrata l'Energia corretta e la Wei Qi in particolare, è in grado di fronteggiare le aggressioni da noxae patogene. Se viene invece ad interrompersi in qualche punto di questa trama energetica esterna il fattore protettivo dell'Energia Wei, in quel punto può aprirsi la porta all'ingresso ad un qualsiasi elemento disequilibrante esterno, con la conseguenza dell'inevitabile trasformazione degli agenti esterni in agenti patogeni e la trasformazione dell'Energia corretta in Energia perversa.

Un qualsiasi squilibrio energetico interno ad un Meridiano Principale, si traduce inevitabilmente in una deficienza del suo corrispondente Tendino-Muscolare , questo implica una maggiore vulnerabilità a qualsiasi variazione climatica forte, con conseguente penetrazione dell'Energia perversa dentro il Meridiano secondario che in quel momento si trova in stato di carenza o anche di vuoto energetico con l'instaurarsi di situazioni patologiche tipiche da valutare caso per caso. Le vie di penetrazione delle Energie perverse sono differenti così come saranno diversi gli effetti sull'organismo. Una volta penetrata attraverso i pori della pelle, giunge ai piccoli capillari esterni che altro non sono che piccolissime ramificazioni dei Tendino- Muscolari stessi e da qui segue diversi percorsi. Uno di questi è la penetrazione nei tragitti energetici ancestrali (Meridiani curiosi) provocando disturbi e alterazioni di media entità. Potrebbe accadere però che qualora l'Energia perversa si è già installata nei Meridiani curiosi il passo successivo sarà la penetrazione nei Meridiani principali dove potrebbe raggiungere gli Organi e i Visceri correlati con un quadro clinico di entità da medio a grave.

Un altro dei percorsi seguiti dall'Energia perversa è la penetrazione diretta dai Meridiani-Tendino Muscolari, ai Meridiani principali attraverso i punti Ting di questi e attraverso la connessione lungo il suo tragitto con altri differenti punti degli altri Meridiani principali.

I Tendino-Muscolari, come ramificazioni dei Meridiani principali a cui appartengono iniziano dal Punto Ting (Pozzo), situati nell'angolo ungueale delle dita, punto di arrivo o di partenza dei Meridiani principali. I Punti Ting appartengono ai punti Shu antichi e hanno un ruolo fondamentale, per essere il punto di uscita dell'Energia difensiva Wei Qi dai Meridiani principali ai Tendino -Muscolari.

Giunti a questo punto possiamo definire i Meridiani Tendino-Muscolari come lunghe ramificazioni dell'Energia difensiva che hanno come punto di partenza i punti Ting, circolano nell'organismo ad un livello superficiale medio, con la funzione propria di proteggere l'organismo dalle aggressioni dell'Energia perversa. A differenza dei Meridiani principali che iniziano o terminano nei punti Ting, i Meridiani Tendino -Muscolari iniziano sempre e solo dai punti Ting seguendo sempre un percorso ascendente. Osservando la traiettoria di questi Meridiani, possiamo notare che essi circolano in quegli spazi dove non c'è un'altra circolazione energetica assicurata da altri Meridiani Principali. Questo ci permette, di agire sulle patologie che si manifestano in altri distretti corporei non attraversati dai Meridiani principali agendo direttamente sui Meridiani Tendino-Muscolari.

Con l'eccezione del Tendino-Muscolare del Fegato, si dirigono dalla parte anteriore del corpo, sulle costole e sulla testa, passano sull'articolazione del polso, dell'avambraccio e dell'omero,nella mano; nel malleolo interno ed esterno, attorno alla rotula, nei glutei e nei piedi. Nel loro percorso superficiale passano sopra i muscoli, i tendini e le articolazioni, portandosi più in basso della pelle e dei Meridiani Luo(longitudinali superficiali) e passando sopra i Meridiani curiosi e i principali, dal percorso più profondo. I Meridiani Tendino-Muscolari, non seguono la regola

Ying-Yang della trasmissione energetica dei principali ma si riuniscono in gruppi di tre stabilendo dei collegamenti attraverso almeno due punti di agopuntura che vengono chiamati punti di riunione. I tre punti Ying dei piedi si riuniscono tra di loro, altrettanto fanno i tre punti Yang, lo stesso vale per i punti Ying-Yang della mano. Non si osservano ore di massima magnitudo energetica come nei Meridiani principali, ma ricevono l'energia massima durante la notte i Meridiani Tendino-Muscolari Ying e durante il giorno i Meridiani Tendino-Muscolari Yang. Quando un Meridiano Tendino-Muscolare è colpito dall'aggressione di una Energia perversa esterna, le cause possono essere due; la prima può verificarsi quando l'Energia perversa ha raggiunto un'entità superiore a quella dell'Energia difensiva, se invece il Meridiano in stato di vuoto energetico non riceve Energia dal Meridiano principale é lo stato di vuoto a favorire la penetrazione all'interno del vaso. In un caso come nell'altro, la strategia da attuare è quella di aumentare il livello Energetico del Meridiano principale. Riferendoci al primo caso, la reazione naturale contro questa aggressione esterna é quella di aumentare il flusso dell'Energia difensiva nei Tendino-Muscolari. Questo permetterà l'eliminazione massiccia dell'Energia perversa agendo sul Meridiano principale a cui appartiene e dal quale riceve Energia, con un'azione di tonificazione spinta. Nel caso di una insufficienza energetico-difensiva da vuoto, si agirà in maniera diversa. In questo caso il sintomo principale accusato dal paziente é un dolore intenso lungo il percorso del Meridiano Tendino-Muscolare in stato di carenza energetica. In questo Meridiano l'Energia perversa, trovando facile accesso penetra e cerca di approfondirsi sempre di più se non si interviene rapidamente. I Tendino-Muscolari hanno punti propri sui quali agire.

I Meridiani Tendino-Muscolari, prima barriera energetica superficiale dell'epidermide, e primo punto di contatto con i fattori cosmopatogeni esterni, sono quindi i primi vettori di energia difensiva. Hanno un percorso del tutto caratteristico, sono seguono infatti un andamento a fasce per svolgere in maniera più completa la loro azione difensiva Non hanno collegamenti con gli Organi e i Visceri, ma sovente sono la manifestazione esterna di alcune patologie endogene tipo dermatiti. I Meridiani Tendino-Muscolari e i Meridiani principali di provenienza, pur intrecciando una relazione molto stretta, si discostano alquanto da questi ultimi, soprattutto perché il tragitto dei Meridiani Tendino-Muscolari è superficiale, mentre nei principali è profondo. Con questo si intende dare risalto al fatto che non sempre una disfunzione che riguardi un meridiano Tendino-Muscolare si traduce inevitabilmente in una patologia dei Meridiani principali e degli Organi.

Si trovano riuniti in gruppi da tre, ciascuno di essi crea dei rapporti anastomotici in una zona ben precisa chiamata zona di riunione e si connettono con i Meridiani principali e con i Meridiani curiosi in alcuni punti detti punti di inserzione di notevole interesse terapeutico e diagnostico.

  • Tre Meridiani Tendino-Muscolari Yang della mano ( IT-TR-GI)

  • Tre Meridiani Tendino-Muscolari Ying della mano (P- MC-C)

  • Tre Meridiani Tendino-Muscolari Yang del piede (V-VB- S)

  • Tre Meridiani Tendino-Muscolari Ying del piede (St-F-Rn)

Questi Meridiani si riuniscono in gruppi di tre in ciascuna delle seguenti zone, delimitate da due o tre agopunti chiamati Punti di riunione:

  • I tre Meridiani Tendino-Muscolari Yang della mano si riuniscono nella zona laterale del cranio (regione fronto-parietale, punti di riunione 8S,13VB )

  • I tre Meridiani Tendino-Muscolari Ying della mano si riuniscono nella zona sotto-ascellare ( v° spazio intercostale, punti di riunione 22VB, 23VB)

  • I tre Meridiani Tendino-Muscolari Yang del piede si riuniscono nell'osso malare l(punti di riunione 2S-3S-18IT)

  • I tre Meridiani Tendino-Muscolari Ying del piede si riuniscono nella zona sovra-pubica(punti di riunione (2RM-3RM)

I punti di intersezione o punti di connessione con il Meridiano principale sono i seguenti :

  • Meridiano del Cuore 7 C

  • Meridiano Intestino Tenue 5 IT

  • Meridiano del Ministro del Cuore 7 MC

  • Meridiano del Triplice Riscaldatore 4 TR

  • Meridiano del Rene 3 Rn

  • Meridiano di Vescica 40 V

  • Meridiano di Milza 9 M

  • Meridiano di Stomaco 41 St

  • Meridiano di Fegato 4 F

  • Meridiano di Vescica Biliare 40 VB

  • Meridiano di Polmone 5 P

  • Meridiano di Grosso Intestino 5 GI

In caso di un evento patologico interessante un MTM, questo si manifesterà con le caratteristiche tipiche di una malattia acuta e con i segni dell'infiammazione: dolore, tumefazione, arrossamento e limitazione funzionale della parte.

  • Interessamento del MTM del Cuore: Manifestazioni dolorose lungo il tragitto del meridiano,oppressione toracica e senso di soffocamento.

  • Interessamento del MTM di Intestino Tenue: Dolore localizzato nella zona sotto mandibolare e nella zona ascellare, collo rigido e contratto, dolori alla spalla e al lato esterno del braccio, dolori all'orecchio con acufeni e tinnito, disturbi transitori della vista.

  • Interessamento del MTM del Ministro del Cuore: Manifestazioni dolorose lungo il tragitto del meridiano con spasmi e contratture; dolori che si irradiano al petto e spasmi del cardias.

  • Interessamento del MTM del Meridiano del Triplice Riscaldatore:Contratture dolorose lungo il percorso, rigidità della lingua.

  • Interessamento del MTM del Rene: Dolori e contratture dei muscoli plantari,dolori e contratture lungo tutto il meridiano, crampi, impossibilità a curvarsi in avanti o all'indietro.

  • Interessamento del MTM di Vescica: Dolore e contratture del mignolo del piede, talloni dolenti e gonfi, slombo-sciatalgia, cefalea con dolore dalla nuca fino alla fronte, torcicollo, impossibilità a girare il tronco o ad alzare le spalle.

  • Interessamento del MTM della Milza: Dolori e contratture dell'alluce, dolore al malleolo interno, dolori alla coscia con estensione fino ai genitali, dolori al petto e ai fianchi che si estende fino alla colonna.

  • Interessamento del MTM del lo Stomaco: Rigidità e contrattura del secondo e terzo dito del piede, gambe e cavigliegonfie e dolenti, dolori all'anca e alla zona inguinale, dolore e contratture della muscolatura dell'addome, ernia, nevralgie facciali, dolori al collo, deformazione della bocca, difficoltà ad aprire e chiudere gli occhi.

  • Interessamento del MTM del Fegato: Dolore e contratture lungo il suo percorso, dolore all'alluce, al malleolo, al ginocchio, alla coscia e ai genitali.

  • Interessamento del MTM del la Vescica Biliare: Dolore e contratture lungo il suo decorso, contratture delle dita dei piedi, impossibilità a muovere il ginocchio, contratture della fossa poplitea.

  • Interessamento del MTM del Polmone: Dolori e contratture del pollice e lungo tutto il tragitto del meridiano; vomito.

  • Interessamento del MTM del rosso Intestino: Dolori, contratture e spasmi del pollice e lungo tutto il decorso del Meridiano, impossibilità ad alzare il braccio, dolore alla spalla e impossibilità a muovere il collo.

In caso di un riscontro della sintomatologia tendineo-muscolare il trattamento da fare prevede uno schema di trattamento tipico al quale è meglio aggiungere sempre all'inizio e alla fine del trattamento una seduta di tonificazione.

  1. Tonificare l'energia difensiva Wei Qi, il cui indebolimento ha favorito la penetrazione dell'Energia perversa Xie Qi. Per fare questo è necessario tonificare i punti Jing o Ting detti anche punti pozzo.

  2. Disperdere l'energia cosmopatogena in maniera tale da impedire il suo approfondimento nel canale principale. Si agirà a tal fine, sui punti di inserzione disperdendo l'energia, e su tutti i punti a shi ovvero tutti i punti che reagiscono dolorosamente ad una stimolazione localizzata.
  3. Proteggere il Meridiano principale agendo sui punti Shu o punti trasporto. Sono questi i punti attraverso i quali le Energie perverse vengono imbarcate per percorrere i meridiani principali.
  4. Isolare gli altri due meridiani accoppiati in modo che la Xie Qi non si propaghi per fare questo occorre pungere i punti di riunione e i punti Shu dei Meridiani potenzialmente interessati.
  5. Nel caso in cui l'Energia perversa si fosse propagata al Meridiano principale lasciando in vuoto il MTM, bisogna agire in dispersione sul Meridiano principale e in tonificazione sul MTM.

 

 

Riferimenti bibliografici:

E.Minelli. Le Cinque Vie dell'agopuntura ed.Gemma 2000

L.Sotte;M.Muccioli.Diagnosi e terapia in agopuntura e medicina cinese. ed. Tecniche Nuove 1997

R.Dujany.Teoretica e praticadi agopuntura.ed.Tecniche nuove 1997

C.H.Hempen;N.Piccolo. La medicina cinese. Ed. Mediterranee1993

G. Maciocia I fondamenti della medicina cinese ed. Elsevier-Masson 2005

G. Maciocia.I canali di agopuntura.Impiego clinico dei Canali secondarie degli otto Canali straordinari.

ed. Elsevier-Masson2009

Atlante di agopuntura. ed. Hoepli 2005

G.Di Concetto;l.Sotto; L.Pippa:Trattato di agopuntura e medicina cinese. ed. UTET1992

Copyright 2011 Meridiani Tendino Muscolari. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.
Templates Joomla 1.7 by Wordpress themes free

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy  Cookie Policy