Medicina

Il Movimento Legno

Stampa
Scritto da Alba

 

 

                                   Albero

 

Il Movimento Legno

 

Legno

  

 

 

 

 

 

Legno – Mu'

 

I giorni di Primavera portano il sole, il vento dell'Est scioglie il gelo. Da queste lontane isole Ying volgo lo sguardo al mio paese, dove l'opprimente oscurità s'è mutata in limpida chiarezza e da un cielo di ghiaccio sbocciano fiori.....La Primavera pura e armoniosa porta speranze ed entusiasmi infiniti, la sua tenera bellezza vola incontro ai giovani dal lungo avvenire, con la tacita promessa di esserci solo per loro......Li Dazhao da “ Primavera e altri scritti”

Dall'osservazione dell'ideogramma Mù,rappresentativo del Movimento Legno, si evidenziano subito le caratteristiche salienti legate a questo Movimento. Un tronco che si erge dal suolo, rimanendo ben piantato alla terra con la profondità delle sue radici,mentre i suoi rami si orientano verso l'alto cercando il cielo, in un ciclo perenne di nascita, crescita e infine di morte.

L'albero, emblema del Movimento Legno, immerso con le sue radici nella terra, dove domina lo Ying, allarga le sue radici nel terreno con un movimento dinamico di espansione e si protende verso l'alto, verso il cielo, regno dello Yang. Nel Movimento Legno, troviamo la piena espressività della dialettica

durezza/flessibilità, con il tronco ben radicato al suolo, mentre, i rami e le fronde si flettono sotto il soffio del vento. Sotto l'aspetto Ying e Yang, al Legno corrisponde la fase del piccolo Ying o Ying calante. Posto tra lo Ying assoluto del Movimento Acqua, inizia a mitigare le caratteristiche per trasmutare in Yang assoluto del Movimento Fuoco, portando in se la caratteristica dell'instabilità, della crescita e della facilità ai cambiamenti. La crescita è un altro degli aspetti più significativi del Movimento. A Primavera la terra si risveglia dal suo torpore invernale, i fiori iniziano a sbocciare e gli alberi si ricoprono di gemme, simbolo della vita che nasce e cresce; inquadrato sotto quest'ottica, il Legno rende ragione del ciclo della vita che si rinnova a Primavera e del ciclo delle stagioni che si susseguono, generando l'essenza della vita e della crescita ;

......i tre mesi della Primavera sono chiamati il periodo dell'inizio e dello sviluppo della vita. Il Cielo e la Terra sono pronti per generare; tutto si sviluppa e fiorisce.

Dopo una notte di riposo, le persone si alzano di mattina presto, a passo svelto camminano per il cortile, con i capelli sciolti e il corpo tonificato dalla libertà dei movimenti. In questa maniera può realizzare il suo desiderio di vivere in maniera salutare.

In questo periodo il corpo deve essere incoraggiato a vivere e non a essere mortificato.......

Tutto questo è in armonia con lo spirito della Primavera e questo è il modo migliore di proteggere la nostra vita.

Coloro i quali non rispettano le leggi della Primavera saranno puniti con il mal di Fegato.....Huangdi Neijing

A Primavera l'albero si copre di gemme, la vita si presenta in tutta la sua piena potenzialità; in Estate gli alberi ricoperti di foglie verdi, simboleggiano la vita in crescita, in piena espansione, in Autunno le foglie ingialliscono, cadono, la vita ha raggiunto il culmine della crescita e della maturità. In Inverno la natura cade addormentata,l'erba ingiallisce, la terra si ricopre di gelo ma, sotto la quale il seme è pur sempre pronto a germogliare di nuovo a Primavera per ricominciare il ciclo della vita e delle stagioni. L'uomo in questa fase ha completato il suo ciclo di crescita e si avvia lentamente verso la fase dell'età avanzata. E' nella natura del Legno di portare a compimento il ciclo della vita, passando attraverso fasi di instabilità, in modo che dal seme possa nascere, crescere e morire la pianta.

In uno dei classici della letteratura cinese, “ Il Libro delle Mutazioni “ o "I Ching" il Legno è rappresentato dal trigramma Sun,il Mite , due linee intere poste sopra una linea spezzata,... il Mite è il Legno, è il vento, è la figlia maggiore,è la corda dei muratori, è il lavoro, è il bianco, è il lungo, è l'alto, è avanzata , è ritirata, è l'indeciso, è l'odore. Tra gli uomini quelli con i capelli brizzolati..... secondo l'interpretazione che ne ricava Richard Wilhelm, la corda dei muratori simboleggia il diffondersi degli ordini, come portati dal vento.

L' oscurità, ( linea spezzata Ying ) viene dissolta dalla chiarezza del principio Yang, (linea intera che penetra e neutralizza l'oscurità con la sua mitezza). Avanzata e ritirata si riferiscono alla natura instabile del vento, che soffiando disperde le nuvole alte e rischiara il cielo, diffondendo gli odori nell'aria. Nel pensiero umano è la chiarezza del pensiero, simboleggiata dall'uomo con tanti capelli bianchi, simbolo della saggezza e della raggiunta serenità del giudizio.

Appartengono al Movimento Legno:

Stagioni – La Primavera è la stagione associata al Movimento Legno. La Primavera, simbolo del risveglio e della vita che rinasce dopo l'inverno, portando con sé la vitalità, l'entusiasmo.

Energia – L'energia che caratterizza il movimento è un'energia giovane, attiva, creativa in costante espansione.

Pianeti – Il pianeta associato al Movimento Legno è Giove.

Clima – Il vento Feng è l'energia climatica associata al Movimento Legno, energia potentissima, per la sua capacità di formare vortici, di soffiare a grande velocità e di espandersi in tutte le direzioni.

Punti cardinali – Il punto cardinale associato al Legno è l'Est. Il punto dove sorge il sole, dove ha inizio un nuovo giorno, è il punto dell'alba.

Colore – Il verde in tutta la sua scala cromatica fino al blu, è il colore di questo Movimento. Il verde colore della natura nel pieno del suo rigoglio primaverile.

Forme geometriche – sono correlate al movimento, le linee verticali, le forme allargate o strette rettangolari.

Fibre – tutte le fibre naturali ricavate dalle piante, lino, cotone canapa ma anche carta.

Note musicali – La nota jiao della scala pentatonica, corrispondente al La è il suono specifico associato al Movimento Legno; lo strumento musicale usato per eseguire questa nota è una sorta di flauto ricavato dalla canna di bambù.

Odore – L'odore del Legno è l'odore dell'erba appena tagliata, ma è anche l'odore un po' acido del latte in fermentazione.

Sapore – Il sapore suan è quello acido, si tratta di un sapore dalla spiccata azione condensante e contratturante che svolge un azione di contrasto nei confronti dell'azione di dispersione e diffusione tipica del Movimento Legno.

Animali – Il drago verde, animale mitologico per eccellenza, rappresenta il simbolismo animale del Movimento; il drago che emerge dagli abissi per slanciarsi verso l'alto.

Alimenti – Tra le carni troviamo il pollo e il galletto; tra i cereali troviamo il grano, mentre tra le verdure il porro;anche alcuni alimenti moderatamente acidi sono legati al Movimento Legno tra questi i formaggi di capra e lo yogurt, mentre la prugna, è la frutta più rappresentativa del Movimento.

Parti anatomiche – Il Fegato è l'organo zang correlato al Legno, la Vescica Biliare è il suo viscere fu. Sono legati al Movimento, la vista, i muscoli e i tendini che permettono il movimento assicurando la flessibilità degli arti e del tronco e le unghie.

Secrezione – Le lacrime, esteriorizzazione dello ying, fattore umettante e protettivo dell'occhio, ma anche esteriorizzazione della rabbia, sentimento connaturato al Legno.

Orario – Il Movimento Legno raggiunge il culmine della sua attività Dalle ore 23 alle ore 1, picco energetico della Vescica biliare, mentre l'organo Fegato raggiunge il picco dalle ore 1 alle ore 3.

Vie del Legno – L'azione del Movimento Legno, a livello fisiologico segue due vie principali : il meridiano del Fegato, meridiano Ying, il quale radicato alla terra si dirige verso l'alto; il meridiano di Vescica Biliare, meridiano Yang che con il suo percorso attraversa in un moto continuo lo Ying e lo Yang dell'organismo.


Il Movimento Legno e i suoi Ministri


Il Fegato, Gan


Il Fegato, ministro del Legno è un organo Ying pieno; secondo la tradizione, è un generale, uno statega militare, con il compito di studiare il piano di battaglia, con scopi difensivi. Il suo ruolo è quello di partecipare attivamente ai processi fisiologici di circolazione del sangue e dell'energia. Anatomicamente, il fegato è un organo piuttosto grosso del peso di 1500 g. situato nella parte destra dell'addome, sotto la cupola diaframmatica, nella zona chiamata ipocondrio destro. Si presenta di colore bruno rossiccio ed è composto da quattro lobi: lobo destro, lobo quadrato, lobo di Spiegel, lobo sinistro. Nella faccia inferiore, in un punto chiamato ilo, entrano i grossi vasi venosi e arteriosi ed escono i dotti biliari, un sistema canalicolare che confluiscono in dotti di calibro sempre maggiore, fino a formare la cistifellea o vescica biliare, il viscere fu che nella MTC è associato al movimento Legno. L'attività principale del Fegato è quella di partecipare attivamente a tutti i processi che implicano la circolazione dell'energia, del sangue e dei liquidi dell'organismo, armonizzandoli è regolando il libero fluire; qualsiasi ostacolo che si frappone al libero scorrimento dell'energia può essere di nocumento al Fegato, il quale per sua natura ama la dispersione e soffre la compressione.

Il Fegato governa il sangue e l'energia perché tradizionalmente è un luogo di riserva del sangue; infatti collegato tramite una fitta rete vascolare, ai muscoli, fornisce loro energia Gu Qi e sangue necessari all'attività metabolica, aumentando o diminuendo la distribuzione a secondo delle necessità.

Le sue funzioni caratteristiche si possono quindi riassumere come :

  • attività di libera circolazione dell'energia e del sangue;

  • attività al fluire dello stato emotivo legato alla chiarezza del pensiero e alla capacità di giudizio;

  • attività di immagazzinaggio, filtrazione e regolazione del sangue;

  • attività di controllo sulla secrezione biliare;

  • attività di controllo sui tendini e sui legamenti;

L'energia del Fegato è un'energia molto forte, quella del vento e della primavera,un'energia impetuosa che tende a muoversi verso l'alto, questo , quando avviene in maniera disarmonica, provoca eccessi di energia, di yang e agitazione da vento.

L'azione del Fegato si estende ai tendini e ai legamenti, esercitando un'azione di controllo sui muscoli, legata al movimento, alla forza e alla tensione; la forza del Fegato si manifesta all'interno dalla forza muscolare di un individuo, mentre esternamente il fegato è collegato alle unghie che devono presentare esternamente le stesse caratteristiche dei muscoli, forza ed elasticità.

Gli occhi, organo della vista, sono sono correlazione con il Fegato che li nutre e gli fornisce energia, condizione necessaria per una buona acutezza visiva; inoltre, le lacrime, secrezione posta sotto il controllo del Fegato, ne assicurano la necessaria lubrificazione e protezione.

A livello psicologico, l'attività del Fegato si estrinseca, nella capacità di pianificare e progettare la propria esigenza, sempre che a livello di stato emotivo, non interviene l'ira, quello stato emozionale che sale verso l'alto in un moto incontrollato, annullando la chiarezza di giudizio e di pensiero tipico del Fegato.


La Vescica Biliare Dan


La Vescica Biliare è un viscere cavo Yang, posto sotto il comando del Fegato che da l'ordine di riempirsi e di svuotarsi. La vescica biliare, anatomicamente si presenta come una dilatazione sacciforme, posta al margine anteriore del lobo destro del fegato. La vescica biliare ha il compito di immagazzinare e distribuire la bile che viene secreta dal fegato e convogliata verso la vescica biliare tramite le vie biliari, suddivise in vie biliari intra -epatiche, composte dai canali epatici e dalle vie biliari extra epatiche, che comprendono la vescica biliare,prolungamento del dotto cistico che raggiunge il dotto epatico comune o coledoco dove sbocca nel duodeno che riceve il succo biliare necessario ai processi digestivi.

Tradizionalmente la Vescica Biliare, ausiliario del Fegato, ha il compito di proteggerlo da carenze esterne e interne di calore e di umidità ma anche da fattori emotivi nocivi.

Riceve allo stato puro i prodotti di trasformazione sotto forma di bile e li immagazzina, riversandola nel duodeno secondo le necessità digestive.

A livello di istanze mentali, la Vescica Biliare rappresenta la determinazione, la fedeltà alla propria natura e il coraggio elemento determinante per affrontare e rendere operativi i cambiamenti della propria vita.

Tra il Fegato e la Vescica Biliare, intercorre una stretta relazione chiamata biao/li, collaborano attivamente nelle loro funzioni fisiologiche, ciascun evento patologico che colpisce l'uno, ha ripercussioni anche sull'altro. Il rapporto di collaborazione si estende anche nel campo emozionale, in effetti la capacità del Fegato di progettare e intraprendere è coadiuvata dall'attitudine della Vescica Biliare ad agire con coraggio e determinazione.

Copyright 2011 Il Movimento Legno. Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported.
Templates Joomla 1.7 by Wordpress themes free

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy  Cookie Policy